Fiorfood, il ristorante che fa squadra

Lo scorso dicembre Gate, una cooperativa di giovani imprenditori, in collaborazione con Coop Lombardia, CLO e Genera S.p.A., ha dato vita all’innovativo punto di ristorazione Fiorfood negli spazi del Supermercato del Futuro, presso il Bicocca Village di Milano.

Fiorfood-Bicocca-Village-2
Fiorfood-Bicocca-Village-3
Fiorfood-Bicocca-Village-1

Fiorfood è un nuovo concept di ristorazione ideato da Coop. La novità del progetto risiede nei piatti proposti quotidianamente: preparati da una cucina di alto livello, con ingredienti provenienti dalla linea FiorFiore Coop, diversificati e fruibili attraverso un veloce servizio di self-service. Tutto ciò lo si può godere all’interno del locale, predisposto con tavoli muniti di prese per smartphone, tablet e computer. Il progetto Bicocca prende spunto dalla recente apertura del FiorFood di Coop Lombardia a Roncadelle (BS), nel centro commerciale Elnos recentemente inaugurato. La differenza sostanziale tra i due è la previsione di una gestione da parte di terzi specializzati, Gate, del punto di Milano.

La storia di Gate inizia prima della sua nascita, quando nel 2015 i suoi fondatori si incontrano ad Expo 2015 per la gestione della Business Lounge di Coop Lombardia dedicata agli incontri relativi al Supermercato del Futuro. Tra loro si instaura subito una certa sintonia e, finita l’esposizione, decidono insieme di trovare un modo per applicare quello che avevano imparato.

“Allora – racconta Federica Ferré, uno dei soci fondatori – ci siamo guardati attorno e siamo venuti a sapere che La Triennale stava per aprire un bando per l’assegnazione dei due Expo Gate, al centro di Milano. Non c’era interesse ad avere all’interno dei negozi: non avrebbero dato un valore aggiunto al quartiere. C’era invece apertura nel conoscere start up o cooperative che avessero un’idea per un utilizzo diverso di quegli spazi. Al che, abbiamo deciso di provarci e abbiamo fondato Gate”.

Contrariamente alle aspettative dei suoi soci, Gate vince il bando. A quel punto, grazie ad una mole di lavoro sempre maggiore, Gate decide di offrire delle opportunità di stage. Valentina Angioli, attuale coordinatrice di Fiorfood Bicocca, risponde con esito positivo all’annuncio di Federica Ferré, conosciuta sempre durante Expo 2015. La gestione dell’Expo Gate dura 10 mesi, in cui gli eventi principali sono stati della Camera di Commercio, di Coop Lombardia e di diverse aziende private. La partecipazione dei cittadini, ma anche dei turisti, è sempre stata alta.

A ottobre 2016, però, gli Expo Gate vengono smontati. Proprio nell’ultimo mese di gestione, però, arriva un’opportunità. Coop aveva iniziato ad immaginare un seguito per il Supermercato del Futuro e aveva in progetto la realizzazione di un prototipo che si prestasse a una fruizione quotidiana presso il Bicocca Village. Lo spazio di destinazione era molto grande. E allora da lì l’idea di Gate: Coop ha un prodotto già buono e riconosciuto, perché non cucinarlo?!”. Verso settembre 2016, con l’ingresso in Gate dei due soci sovventori Coop Lombardia e CLO, e con loro di Gianpaolo Gallorini, tecnologo alimentare, parte la fase di progettazione congiunta del nuovo format di ristorazione commerciale.

Fiorfood Bicocca è aperto tutti i giorni della settimana dalle 8 del mattino alle 8 di sera (con una prolungazione degli orari di apertura prevista per la stagione estiva), ospita diversi tipi di eventi ogni mese e sta studiando un nuovo format per la cena per andare incontro al target differente. Per quanto riguarda gli obiettivi a breve termine, Gate intende perfezionare il progetto pilota in Bicocca. Mentre, guardando al futuro, l’ambizione è quella di gestire una catena assicurando in tutti i punti una  continuità qualitativa. Ciò sarà possibile grazie al fatto che il format è stato costruito appositamente per essere replicabile.

A differenziare il punto Bicocca dai competitor è che a gestirlo c’è una cooperativa. “Per noi – afferma Federica –  il guadagno più grande avviene quando riusciamo a dare una continuità lavorativa ai soci che credono nel progetto. Il presupposto della cooperativa è che tutti possano prendere parte alle decisioni. È la prima cosa che abbiamo detto ai ragazzi quando ancora facevamo i colloqui: questo è un progetto in partenza che va creato insieme tassellino per tassellino. È un posto di lavoro dove, mi piace pensare, le persone vengono al mattino con il sorriso”.

Fiorfood-Bicocca-Village-4
Fiorfood-Bicocca-Village-5
Fiorfood-Bicocca-Village-6

Nonostante l’età media dei soci sia molto bassa, la storia di Gate ha qualcosa da insegnarci: se è vero che le connessioni tra le persone e la loro rete sociale rimangano dei fattori fondamentali per fare impresa, anche le competenze, l’impegno e la costanza sono ingredienti imprescindibili. “Per creare Gate abbiamo lavorato dalle 9 alle 11 e mezzo la sera. In molti ci hanno chiuso la porta in faccia, però non ci siamo arresi. Forse una delle cose che ha fatto sì che ci riuscissimo è il fatto che abbiamo creato una squadra. Come si dice, l’unione fa la forza”.

TRAGUARDI

0
Soci
0
Contratti a tempo indeterminato su 17 soci lavoratori
0
Clienti serviti a pranzo ogni giorno
0
Golosi soddisfatti ogni giorno